“Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto perché i vostri nomi sono scritti nei cieli.” (Luca 10,17-24).

L’esperienza missionaria dei discepoli é stata positiva. Sono tornati con gioia da Gesù e gli hanno ricordato che perfino i demoni si sono sottomessi a loro.

Gesù però mette in guardia i discepoli. Non occorre rallegrarsi per aver sconfitto i demoni. Piuttosto é più importante riconoscere il Signore e rallegrarsi affinché i nostri nomi siano iscritti in cielo.

In mezzo a questo racconto rileggiamo la preghiera che Gesù ha manifestato al Padre. É una preghiera-parola che ci dà slancio. Abbiamo trovato leggerezza nel nostro servire il Signore e i fratelli.

Ma la parte conclusiva stupisce i discepoli e pure noi: Gesù rivolge a ciascuno una Beatitudine, un ringraziamento perché siamo stai fortunati a riconoscere il Signore in un tempo di colore grigio.

Forse non riusciamo a cogliere la profondità di questa prospettiva. Ma se ci pensiamo é quello a cui possiamo ambire accogliendo il Signore.