Matteo 28, 16-20
 

In quel tempo. Gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che il Signore Gesù aveva loro indicato. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

 
Si chiude con questo episodio il Vangelo di Matteo, con la narrazione del primo incontro tra i discepoli e Gesù risorto, che, dopo aver parlato con le donne al sepolcro, chiede loro di annunciare questo “appuntamento”. 
In pochi versetti Matteo concentra il messaggio che Gesù vuole lasciare ai suoi discepoli; chissà con quanta emozione e coinvolgimento hanno vissuto questo momento, fra lo stupore della Resurrezione e le paure per il futuro, un vero stordimento!
 
Viene detto esplicitamente nel Vangelo “Essi però dubitarono”; mi fa bene pensare che fino alla fine questi uomini hanno custodito nei cuori sia le speranze sia i dubbi, perché è un po’ la contraddizione dell’umano, che chiede di essere accolta, perché Dio ci ama così come siamo.
Infatti Gesù risponde un’altra volta con la fiducia e con l’amore, dando valore alle persone che gli sono davanti. Parla del suo potere, in cielo e sulla terra, ma poi volge subito il testimone dalla parte dei discepoli nell’invito a continuare la sua missione… che bello, siamo davvero collaboratori delle opere di Cristo!
 
È con questa fiducia che Gesù è presente, tutti i giorni accanto a noi. Mi piace particolarmente questo “saluto” per la sottolineatura sulla parola TUTTI i giorni: Dio non è nella mia vita solo nei giorni di consolazione, quando sembra che tutti i progetti, gli ambienti, le relazioni della mia vita procedano a gonfie vele; qualsiasi piega prendano le giornate, i periodi, gli anni e le età, c’è una Persona da ascoltare, una missione a cui collaborare, popoli da incontrare.