“Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».” (Luca 10,38-42).

Marta e Maria: due donne incontrano Gesù che é in cammino verso Gerusalemme.

Marta é accogliente ma si lamenta con Gesù perché Maria ascolta e non si dà da fare per svolgere i servizi di ospitalità.

Gesù con tenerezza fa presente a Marta che sono importanti i servizi che sta svolgendo ma che Maria ha scelto la parte migliore, cioè ascoltare la sua Parola.

Sembrerebbe tutto semplice. In realtà questo racconto evangelico ci mette di fronte ad una serie di interrogativi. Perché Marta si lamenta? Perché Maria non si dà fare? In fondo sia Marta che Maria sono accoglienti, aprono la loro casa con gioia perché sanno bene chi è Gesù.

Gesù vuole solamente far presente che la Parola è il centro della vita del credente. Nello stesso tempo Gesù riconosce che l’accoglienza richiede la capacità di servire.

Ospitalità, servizio e ascolto sono le tre parole chiave dell’Evangelo di oggi. Ma l’ascolto ci dà lo slancio alla contemplazione della presenza del Signore nella nostra vita.