“Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo.” (Giovanni 12,1-11).

Il gesto di Maria di cospargere di profumo di puro nardo i piedi di Gesù é di inaudita tenerezza. Gesù lascia fare a questa donna che asciuga con i suoi capelli i suoi piedi.

A Gesù non importano le critiche di Giuda e dei commensali. Accoglie il gesto di tenerezza di una peccatrice che però riconosce in Gesù il Cristo.

E non si può pensare di vendere il profumo di nardo e con il denaro ricavato darlo ai poveri, perché il gesto di Maria é un segno che anticipa il cammino conclusivo della Passione di Gesù.

Maria “profetizza” ciò che avverrà il giorno della morte di Gesù e ci aiuta a capire che il Cristo, il Messia, il Figlio di D-o, ha bisogno di tenerezza per affrontare il cammino della passione e morte in Croce.

In questi giorni della settimana Santa ed Autentica cerchiamo di donare gesti di tenerezza verso chi incontriamo.