Il viaggio nel centro della Spagna ci ha fatto scoprire alcune bellissime città patrimonio dell’Umanità: Segovia, Avila, Salamanca, Toledo, Madrid.

Visitando queste città abbiamo scoperto alcune figure di santi della riforma cattolica del cinquecento, figure di santità mistiche e missionarie.

Il simbolo di questo viaggio é l’acquedotto romano di Segovia, intatto dopo duemila anni di storia. Sembra un grande ponte con tante arcate che congiungono realtà diverse.

Forse questo acquedotto che ancora oggi porta l’acqua dovrebbe essere il simbolo di un mondo che dovrebbe trovare punti di congiunzione più che luoghi di distinzione e di conflitto.

Il viaggio organizzato dall’Azione Cattolica Ambrosiana é quasi un presagio, una scommessa positiva di pace e fratellanza tra persone diverse, con ciascuno una propria storia, un proprio vissuto, ma tutti accomunati da un unico sentire: la fiducia che davvero si può costruire un mondo migliore. Dipende tutto da noi.

Dedichiamo le scoperte di questi giorni alle due vittime di Barcellona e alla loro famiglie. Il loro sacrificio non é stato invano. Sono i martiri di oggi per un presente e un futuro di bene e di pace a cui tutti aspiriamo.