“Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.” (Luca 1,39-45).

L’incontro tra due madri in attesa, nell’Evangelo di Luca, é spettacolare, per la semplicità del loro dialogo, per i sentimenti di gioia che accompagnano l’incontro, per il loro sentire e i movimenti delle creature che vivono nel loro corpo.

Tutto questo é segno della presenza di D-o. L’attesa della nascita dei loro figli è l’attesa vera di ciò che riscopriamo ogni anno nel giorno di Natale del Signore.

Un sussulto, un fremito, accompagna i nostri pensieri di attesa. Il sussulto e il fremito sono le esperienze più vere del cambiamento. La nostra conversione, il nostro riporre la fede nel Signore sono espressione genuina dell’accoglienza della vita. Questo é Natale, questa é attesa di Gesù che viene.