“In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.»” (Giovanni 15,26-16,4).
É tutta una preparazione quella che Gesù esprime attraverso le parole dell’Evangelo di Giovanni. Ci stiamo preparando alla Pentecoste, preceduta dall’Ascensione.
Lo Spirito Paràclito é segno della presenza del Padre e del Figlio, perché é il Consolatore. Ma il Paràclito é molto di più: é l’invocato, il pregato, il chiamato nella nostra vita di fede.
Con lo Spirito che ci viene effuso dal Padre, Gesù ci dice che la sua testimonianza sarà efficace sin dal principio. Il Figlio é espressione dell’unicità di D-o proprio attraverso lo Spirito. In questo grande mistero si colloca la testimonianza di ciascuno di noi, perché anche noi attraverso lo Spirito troviamo la forza di testimoniare la presenza di D-o nella nostra vita.
Dobbiamo prepararci a vivere la nostra fede sapendo che non sarà facile testimoniare la presenza di D-o. Saremo incompresi ma fieri dell’essere figli dell’Unico Signore.