“Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa. Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui.” (Giovanni 3,31-36).

L’Evangelo di oggi  prosegue la rivelazione che Gesù fa di se stesso e della sua relazione con il Padre.

Che cosa vuole dire Gesù alla gente che lo interroga sulla sua missione?

Il Maestro vuole dirci semplicemente due cose.

Da un lato accorre riporre la fedeltà e fiducia al Signore. Dall’altro la fede si fonda sulla testimonianza.

É a imitazione del Figlio mandato dal Padre che fedeltà e fiducia, testimonianza trovano la radice della fede nell’unico Signore.

Venire dall’alto vuol dire riconoscere che la vita ha un oltre. Restare ancorati alla terra non dà compimento all’oltre della vita. C’è solamente la forza dello Spirito che ci viene donato che ci fa intravvedere l’oltre di D-o.