“Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.” (Giovanni 16,12-15).
Non possiamo che aspettare lo Spirito, non possiamo che la sua presenza si incunei nella nostra vita! É questo il messaggio che Gesù ci annuncia nell’Evangelo di oggi.
É proprio vero noi non siamo capaci di portare il peso della vita, i pesi della vita, di dare senso profondo al nostro esistere. Abbiamo bisogno di un Consolatore, di un accompagnatore. Cerchiamo di capirne il senso, di orientare il nostro cammino, di dare compiutezza al nostro agire, con l’aiuto della fede che ci assiste. Ma nello stesso tempo molto spesso ci lasciamo andare. E poi molti sono indifferenti a capire e ricercare ciò che é bene. Addirittura c’é chi vive nella violenza, si conforma all’andazzo generale, cerca i paradisi nelle droghe, pensa solo a possedere e consumare tutto … potremmo continuare. Non sanno portare il peso della vita!
E d’altro canto ci sono persone semplici, insignificanti per la società, che invece sono guidate dallo Spirito.
Lo Spirito che il Signore ci annuncia é lo Spirito di verità, perché guida i nostri passi perché é frutto di una unità che può nascere solo dall’amore vero e profondo. Ed é l’amore che sa indicare il senso delle cose future, il senso dell’esistere, il senso del nostro cammino.
Non possiamo che chiedere a D-o di donarci lo Spirito che sin dalla Creazione egli ha soffiato sulle narici del nostro corpo, per darci vita, questa vita che é amore.