Matteo 10,1-10

“I nomi dei dodici apostoli sono questi: il primo, Simone detto Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo di Zebedeo e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo d’Alfeo e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, quello stesso che poi lo tradì”.

Il numero dei 12 ricorda i dodici patriarchi delle tribù di Israele. I dodici apostoli sono coloro che continuano l’opera di Gesù, agendo in nome Suo. Che grande consegna che Gesù fai ai suoi Dodici ! La sua stessa missione ! Portare il Vangelo della salvezza e annunciarlo a tutto il mondo. Nella loro identità e nella loro missione, ogni cristiano deve scoprire il senso della propria vocazione.

“…Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date ..”

“Cammino, servizio, gratuità”. E’ il trinomio sul quale Papa Francesco ha sviluppato un’omelia della Messa mattutina a Casa Santa Marta. Il Pontefice ha sottolineato che un discepolo è chiamato a servire e ad annunciare il Vangelo gratuitamente, vincendo l’inganno “che la salvezza viene dalle ricchezze”.
Portare la Buona Notizia attraverso un percorso interiore. Questo, ha soggiunto, “è il compito che Gesù dà ai suoi discepoli. Se un discepolo rimane fermo e non esce, non dà quello che ha ricevuto nel Battesimo agli
altri, non è un vero discepolo di Gesù: gli manca la missionarietà, gli manca uscire da se stesso per portare qualcosa di bene agli altri”