“In quel tempo, giunsero la madre di Gesù e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo. Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: «Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano».” (Marco 3,31-35).

Le autorità religiose venute da Gerusalemme hanno dubbi. Giovanni Battista ha dubbi sulla missione di Gesù. La gente ha dubbi e considera Gesù il santone di turno. I discepoli sono all’inizio del cammino e devono ancora capire il senso della sequela.

Arrivano perfino i parenti di Gesù. Sono sconcertati per quello che sentono dire di lui e forse anche un po’ seccati perché sono anche loro nell’occhio del ciclone. Lo cercano.

E Gesù che cosa risponde? Mia madre, i miei fratelli e le mie sorelle sono coloro che fanno la volontà di D-o. É sconcertante davvero questa affermazione. Non lascia spazio a fraintendimenti.

Chi segue Gesù ha un unico compito: fate la volontà del Padre. Gesù si presenta come colui che congiunge l’umanità al disegno di D-o.

Seguire Gesù significa avere fede in una relazione forte con il Signore della vita. Crediamo questo? Viviamo questo?