Luca 11, 27b-28

In quel tempo. Una donna dalla folla alzò la voce e disse al Signore Gesù: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

Con quelle parole: “MA egli disse – beati PIUTTOSTO…” sembra che Gesù dia poca importanza a sua madre che l’ha tenuto in grembo, lo ha fatto nascere, lo ha cresciuto. Sembra smentire quella donna che grida la beatitudine della Madonna. Ma Gesù con quella frase vuole dire esattamente l’opposto: vuole dire che la Madonna ha ascoltato la Parola di Dio e ha obbedito al suo progetto e ha portato avanti il suo disegno senza dubitare, senza mai tentare di tirarsi indietro; in questo senso lei è la beata per eccellenza.

Mi viene spontaneo fare una riflessione sulle mamme in attesa che, per tanti motivi magari anche gravi, non vogliono il figlio che portano in grembo. La paura delle difficoltà prevale e fa desistere dal portare a compimento una gravidanza non voluta o rischiosa.

Venerdì scorso si è fatta memoria dei Santi Innocenti.
Pensiamo per un momento a tutte quelle mamme che non hanno avuto la forza, il coraggio, l’aiuto di chi stava loro accanto e il sostegno dello Spirito Santo di dare alla luce i loro bambini.

Angelo di Dio
Che sei il mio custode
Illumina, custodisci,reggi, governa me
Che ti fui affidato dalla pietà celeste.
Amen.