Quel sorriso

É la vigilia, tutto cominciò

Nella notte, nel buio di un grido.

Sono trascorsi cinque anni

Tutto sembra sfuggirci

Tutto sembra presente, reale.

Tutte le lacrime sono rimaste

A coprire il dolore di una eternità.

Domande senza risposte

Domande sospese

Perché senza risposte

Trafitto con una freccia

Appuntita e avvelenata

Ferita per sempre

Eppure adesso metto

Le tue pantofole

Tu cammini con me

Nell’invisibile dell’amore

Il tuo spirito è risorto

In ogni istante.

Tu sei sempre con noi.

Ricordiamo quei momenti

Semplici e belli

Il tuo cammina avanti.

Tu sei precedenza,

Ai nostri sguardi

Al nostro vivere.

Sei ironia e abbracci

Sei quel sorriso

Da furbetto a dirci.

La vita è questa

È adesso, ci sono.