Luca 3, 23-38
Gesù quando incominciò il suo ministero aveva circa trent’anni ed era figlio, come si credeva, di
Giuseppe, figlio di Eli,
figlio di Mattàt, figlio di Levi, figlio di Melchi, figlio di Innài, figlio di Giuseppe,
figlio di Mattatìa, figlio di Amos, figlio di Naum, figlio di Esli, figlio di Naggài,
figlio di Maat, figlio di Mattatìa, figlio di Semèin, figlio di Iosek, figlio di Ioda,
figlio di Ioanan, figlio di Resa, figlio di Zorobabèle, figlio di Salatiel, figlio di Neri,
figlio di Melchi, figlio di Addi, figlio di Cosam, figlio di Elmadàm, figlio di Er,
figlio di Gesù, figlio di Elièzer, figlio di Iorim, figlio di Mattàt, figlio di Levi,
figlio di Simeone, figlio di Giuda, figlio di Giuseppe, figlio di Ionam, figlio di Eliacim,
figlio di Melèa, figlio di Menna, figlio di Mattatà, figlio di Natàm, figlio di Davide,
figlio di Iesse, figlio di Obed, figlio di Booz, figlio di Sala, figlio di Naàsson,
figlio di Aminadàb, figlio di Admin, figlio di Arni, figlio di Esrom, figlio di Fares, figlio di Giuda,
figlio di Giacobbe, figlio di Isacco, figlio di Abramo, figlio di Tare, figlio di Nacor,
figlio di Seruk, figlio di Ragau, figlio di Falek, figlio di Eber, figlio di Sala,
figlio di Cainam, figlio di Arfàcsad, figlio di Sem, figlio di Noè, figlio di Lamech,
figlio di Matusalemme, figlio di Enoch, figlio di Iaret, figlio di Malleèl, figlio di Cainam,
figlio di Enos, figlio di Set, figlio di Adamo, figlio di Dio.

Oggi Luca, nello stile articolato e complesso che lo caratterizza, ci presenta Gesù partendo dalla sua genealogia. Un elenco all’apparenza arido, ma che ci mostra come Gesù, Dio, entra nella storia degli uomini come uomo, non come un anonimo inviato. La sua famiglia, la storia che lo precede, caratterizza la sua
umanità (così come la nostra).

Nell’elenco compaiono i grandi patriarchi ed eroi del popolo di Israele, ma anche personaggi sconosciuti: è
la Storia della Salvezza, che si realizza attraverso grandi eroi, ma anche attraverso persone umili, ignote e
ignorate dai più.

Luca sembra richiamarsi allo stile dei popoli mediterranei, che per presentare una persona elencano il suo
albero genealogico, quasi ad invitarci a trovare dei collegamenti alla nostra storia, a scoprire che Gesù è
nostro parente.

Quando viene elencato anche Adamo, l’ultimo dubbio svanisce. Gesù è figlio di Adamo,
come noi. È nostro fratello, come lo sono tutti gli uomini. Tutti facciamo parte delle Storia della Salvezza.

  • Come mi riconosco parte della “Storia della Salvezza”?
  • Riconosco Gesù come presenza viva nella mia storia!
  • Che importanza do alle mie radici? In questo anno che si apre provo a fare memoria della mia storia.
  • Grazie Signore, perché vieni ogni giorno ad abitare la mia storia. Aiutami a riconoscere tutti gli uomini come miei fratelli e a riconoscere Te nei fratelli che mi circondano.
    AMEN
Articolo precedente04/01/2021 – Feria dopo Natale
Articolo successivo05/01/2021 – Feria dopo Natale