In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo. Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome. Avrete allora occasione di dare testimonianza. Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere. Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto. Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita».

In questi giorni troviamo queste parole complicate nel loro genere apocalittico. Ma non dobbiamo concentrarci solo sull’aspetto negativo, che sembra sempre prevalere, anche nella nostra normale quotidianità e nei sei mesi scorsi…

Mi tornano in mente le parole del vescovo Mario che ci hanno accompagnato per tutto l’anno pastorale: la situazione è occasione! Anche qualora ci capitano situazioni di difficoltà, prove, problemi, sopratutto se dovuti alla nostra fede, al credere in Gesù, ebbene Lui ci donerà la Sapienza e avremo forza tramite il Suo Spirito che ci sosterrà e ci dirà concretamente cosa dire e come agire! Il nostro sguardo sulla vita allora cambia!

Questo è fonte di consolazione!

E poi penso alla Lettera Pastorale di quest’anno: “Infonda Dio Sapienza nel cuore; si può evitare di essere stolti”.

Un’ottima scelta affidarsi e credere nella forza dello Spirito che ci guida nelle difficoltà della vita. Abbiamo altra scelta? Chi è nostro Salvatore e nostra Speranza? Costui ci ha nelle mani e nel cuore, tanto da dire che nulla di noi andrà perduto, nemmeno un nostro capello, tanto siamo per Lui preziosi!!!

La perseveranza è un dono da chiedere oggi e nei giorni duri dove tutto sembra non avere più senso.