“In quel giorno, mentre si trovavano insieme in Galilea, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno, ma il terzo giorno risorgerà». Ed essi furono molto rattristati.” (Matteo 17, 22-27).

#consegnare #moneta #pagareletasse

Gesù annuncia ancora ai discepoli il percorso che lo porterà alla passione ,morte e resurrezione. I discepoli sono tristi. Non si aspettano che il loro Maestro lì abbandoni così. Sconsolati ritornano a Cafàrnao.

L’Evangelo sembra avere uno stacco. Gesù e Pietro vengono interrogati riguardo il pagamento delle tasse. Gesù si sente libero ma per non scandalizzare suggerisce a Pietro di andare a pescare perché nella bocca del primo pesce troverà una moneta d’argento e questa sarà data per pagare il tributo.

In verità Gesù ci offre l’occasione per riflettere circa la finalità della sua missione che non dipende dalle vicende del potere, come pensavano i discepoli. É una missione che rimane nel contesto delle responsabilità umane e spirituali di ogni giorno.

C’é comunque un collegamento tra l’annuncio triste del cammino di Gesù, della sua missione e l’impegno di ciascuno: quello di restare con coraggio dentro alle questioni e alle responsabilità che la vita ci offre.

Articolo precedente07/08/2022 – 19ª Domenica del Tempo Ordinario
Articolo successivo08/08/2022 – S. Domenico