Luca 5, 36-38
Diceva loro anche una parabola: “Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per attaccarlo a un vestito vecchio; altrimenti egli strappa il nuovo, e la toppa presa dal nuovo non si adatta al vecchio.

 

 

E nessuno mette vino nuovo in otri vecchi; altrimenti il vino nuovo spacca gli otri, si versa fuori e gli otri vanno perduti. Il vino nuovo bisogna metterlo in otri nuovi”.

Gesù era molto criticato per il suo stile e per il suo insegnamento; la sua missione era una rottura con le pratiche religiose tradizionali e per questo motivo molte persone tradizionaliste erano molto ostili a lui.
Attraverso due semplici episodi quotidiani, Gesù evidenzia un atteggiamento particolarmente vero sia per gli interlocutori di Gesù, quanto per noi oggi.

Tutti infatti amano le loro “vecchie cose”, si affezionano ai loro vecchi abiti e piuttosto che disfarsene fanno di tutto per rattopparli; tutti sono abituati a gustare il “vecchio vino” e viene difficile accettare di berne uno diverso.

I farisei erano attaccati alla loro “vecchia religione”, ai loro vecchi desideri, comportamenti, metodi, aspirazioni, ideali e pensavano infatti che fossero migliori del vino nuovo di Gesù, del Vangelo, rifiutandolo a priori.

Noi gustiamo e viviamo la Bella Notizia di Gesù! E’ vero, talvolta magari con un po’ di fatica … ma consapevoli che si tratti davvero di una notizia che ci rende pieni, liberi ricolmi di tanto bene!

Articolo precedente10/06/2021 – Giovedì della 10ª Settimana del Tempo Ordinario
Articolo successivo11/06/2021 – Sacratissimo Cuore di Gesù