Mt 21, 23-27

In quel tempo. Il Signore Gesù entrò nel tempio e, mentre insegnava, gli si avvicinarono i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo e dissero: «Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?». Gesù rispose loro: «Anch’io vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, anch’io vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?». Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, ci risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Se diciamo: “Dagli uomini”, abbiamo paura della folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta». Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». Allora anch’egli disse loro: «Neanch’io vi dico con quale autorità faccio queste cose».

Sebbene sempre aperto a chi lo interroga con sincerità, vediamo che qui con i capi dei sacerdoti e gli anziani Gesù non si svela. Di fronte a quelli che lo cercano per metterlo alla prova, infatti, Gesù non si lascia trarre in inganno e, poiché essi in fondo non sono interessati alla verità che lui ha da annunciare, non s’attarda
nemmeno a spiegarsi.

Con una domanda sola lui ha sondato la disposizione d’animo dei suoi interlocutori, e ci mostra chiaramente che se il cuore non è pronto per ricevere la verità a nulla vale che questa ci venga all’orecchio, poiché se anche la sentissimo non la ascolteremmo e non la comprenderemmo in noi.


Dammi, oh Dio, un cuore che ascolta.
Padre Buono, che ami tutte le tue creature e desideri farne la tua dimora,
donaci un cuore che ascolti, capace di posarsi sul cuore di Cristo e battere al ritmo della vita.
Signore Gesù, amante della vita, allargaci il cuore della tua misura; raccontaci il tuo desiderio e compilo nella nostra carne. Sprigiona in noi le energie della tua risurrezione e contagiaci di vita eterna.
Spirito Santo, ospite atteso, vieni e mostraci la bellezza di una vita che appartenga tutta a Cristo.

Articolo precedente11/12/2020 – Venerdì della 2ª Settimana di Avvento
Articolo successivo12/12/2020 – B.V. Di Guadalupe