“Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.” (Giovanni 16,12-15).

“Che cos’è la verità?” (Giovanni 18,38) La parola che anima l’Evangelo di oggi è la verità. La domanda di Pilato a Gesù nel pretorio rimane un interrogativo senza risposta.

E tuttavia Gesù ci ricorda che lo Spirito di verità ci guiderà nel nostro cammino.

Possiamo essere dubbiosi, distaccati, irriverenti e perfino capaci di disprezzo ma il mistero della vita umana non può essere compreso se non attraverso un disegno che ci supera.

E questo disegno solo lo Spirito di verità può rivelarcelo. Dobbiamo essere coscienti che al primo posto nella nostra vita dobbiamo mettere l’umiltà. Non siamo capaci molto spesso di portare il peso delle cose che Gesù stesso ha voluto dirci.

E nonostante i nostri dubbi e le nostre incomprensioni forse dobbiamo ammettere anche la nostra pochezza.

La vita di chi crede pienamente nel Signore non può che essere compresa  se non attraverso lo Spirito di verità in ogni cosa, in ogni avvenimento. Solo riponendo fiducia nello Spirito riusciamo a cogliere la presenza di D-o, di quel D-o ignoto di cui ci parla Paolo (Atti 17,15.22 – 18,1).

Articolo precedente11/05/2021 – Martedì della 6ª Settimana di Pasqua
Articolo successivo12/05/2021 – S.S. Nereo e Achilleo – S. Pancrazio