“In quel giorno chiederete nel mio nome e non vi dico che pregherò il Padre per voi: il Padre stesso infatti vi ama, perché voi avete amato me e avete creduto che io sono uscito da D-o.”  (Giovanni 16,23b-28).

L’Evangelo di oggi ci aiuta a cogliere la profonda relazione tra Gesù e il Padre.

Ci sono alcuni passaggi che meritano la nostra attenzione e la nostra meditazione perché rafforzano la nostra fede.

Gesù ci invita a chiedere al Padre nel suo nome. Sembra quasi che Gesù voglia darci la password per accedere a questa relazione intensa con il Signore. Tutto scaturisce dall’amore che è il comandamento sul quale fondare la nostra relazione con D-o e con i fratelli.

Ci colpisce poi l’affermazione che da fondamento alla relazione con il Padre: io sono uscito da D.o, dal Padre.

Giovanni ci invita a sostare su queste parole di Gesù perché esse mettono in luce il valore profondo della vita. Se D-o è amore ciò che lega la relazione con il Signore è solamente la vita umana, questa vita.

D-o è amore perché è vita e la vita non può essere vissuta senza amore.

Articolo precedente14/05/2021 – S. Mattia apostolo
Articolo successivo15/05/2021 – Sabato dopo l’Ascensione