“Dopo aver remato per circa tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca, ed ebbero paura. Ma egli disse loro: «Sono io, non abbiate paura!». Allora vollero prenderlo sulla barca, e subito la barca toccò la riva alla quale erano diretti.” (Giovanni  6,16-21)

L’Evangelo ci racconta, in varie occasioni, che Gesù si stacca dal gruppo dei suoi discepoli, per ritirarsi in preghiera. E così i discepoli (molti di loro sono pescatori) si spostano da una parte all’altra del mare di Tiberiadecon le barche, altre volte vanno a pescare.

E così avviene in questo breve racconto di Giovanni. Verso sera scendono al mare per andare all’altra riva verso Cafarnao.

E mentre fanno l’attraversata, il mare è agitato. Vedono Gesù da lontano che viene loro incontro camminando sulle acque. L’Evangelo di Giovanni sfuma molto rispetto agli altri evangelisti questo incontro di Gesù.

Proviamo ad immaginare la situazione: è ormai notte, i discepoli probabilmente sono stanchi, il mare è agitato, si vedono venire incontro Gesù che cammina sull’acqua. È normale prendere paura, diremmo noi. E così è per i discepoli.

Ma la presenza di Gesù trasforma però questo evento. Gesù dice due semplici cose che però sono molto importanti: “Sono io, non abbiate paura!” Gesù svela la sua identità divina, “Sono io”, e rincuora i discepoli: non devono temere. Subito i discepoli approdano, con Gesù sulla barca, alla riva.

Questo incontro di Gesù con i discepoli, in qualche modo, ci fa intravvedere i momenti salienti che avvengono dopo la Resurrezione di Gesù: la fatica a credere dei discepoli, la paura, ed, infine, la serenità di trovare un apprendo e un punto d’appoggio, incontrando Gesù.

Anche noi abbiamo di bisogno di avere degli incoraggi per sostenere la nostra fede, spesso gracile e timorosa. Dobbiamo avere fiducia nella presenza dello Spirito che pur essendo invisibile interviene quando meno ce lo aspettiamo.

Articolo precedente17/04/2021 – Venerdì della 2ª Settimana di Pasqua
Articolo successivo18/04/2021 – 3ª Domenica di Pasqua