Lc 17, 22-25

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai discepoli:

 

«Verranno giorni in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo, ma non lo vedrete. Vi diranno: “Eccolo là”, oppure: “Eccolo qui”; non andateci, non seguiteli.

 

Perché come la folgore, guizzando, brilla da un capo all’altro del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel suo giorno.

 

Ma prima è necessario che egli soffra molto e venga rifiutato da questa generazione».

Gesù è in cammino verso Gerusalemme.

Sulla strada i farisei lo interrogano circa il regno di Dio.
“Quando verrà il regno di Dio?“. Gesù risponde che il regno di Dio è già in mezzo a noi.
Anche in questi tempi incerti occorre scolpire nel cuore questo pensiero.
 
Siamo spesso alla ricerca di parole efficaci e convincenti circa l’andamento della pandemia, i vaccini e quanto altro può tranquillizzarci.
La Parola di oggi ci invita a non correre dietro a queste logiche (“eccolo qua o eccolo la”), ma a scendere in profonditàdentro a noi stessi e a dare adito alla voce dello Spirito che agisce in maniera creativa.
 
Il regno di Dio è già presente , occorre allenare lo sguardo perché si presenta come un piccolo seme a cui non siamo importanza.
Siamo chiamati a riconoscere quel seme nella nostra quotidianità e a liberarlo dalle erbacce perché possa crescere.
 
Riesco a percepire che il regno di Dio è già qui?
Dietro a quali logiche fondo la mia vita?
Articolo precedente16/09/2021 – S.S. Cornelio e Cipriano
Articolo successivo17/09/2021 – S. Satiro