“Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore.” (Giovanni  15,9-11).

#amare #rimanere #gioia

Amare, rimanere, gioire: tre verbi, tre azioni che esprimono il volto di D-o rivelato da Gesù.

Sono parole che indicano la sequela, il seguire il cammino, con Gesù, che porta a cogliere una vita che si incammini verso la santità.

Se amare é una azione compresa e qualche volta scontata, rimanere richiama alla fedeltà e alla costanza del credere con fiducia.

Gioire invece non é così scontata come esperienza di vita, tanto siamo presi dal vortice della vita, dal sentirsi appagati da altre cose, dal dolore e il sacrificio che la vita ci impone.

Amare nella fedeltà a D-o non é sufficiente a dirci credenti. Dobbiamo essere gioiosi perché la gioia supera le ristrettezze di questa vita. E poi il Buon D-o gioisce e sorride come noi.

Articolo precedente19/05/2022 – Giovedì della 5ª Settimana di Pasqua
Articolo successivo20/05/2021 – S. Bernardino da Siena