“In quel tempo, all’udire le parole di Gesù, alcuni fra la gente dicevano: «Costui è davvero il profeta!». Altri dicevano: «Costui è il Cristo!». Altri invece dicevano: «Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: “Dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo”?». E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui.”  (Giovanni 7,40-53).

Chi è Gesù? Gesù è un profeta, il Cristo? L’Evangelo di Giovanni che oggi meditiamo ci racconta gli interrogativi che animano le discussioni della gente, dei capi religiosi su Gesù.

Gesù è una presenza scomoda. É però del tutto singolare che le guardie non l’abbiamo arrestato perché colpite dalla sua capacità di interpretare i sentimenti umani: «Mai un uomo ha parlato così!»

Purtroppo conosciamo i pregiudizi su Gesù e sul suo insegnamento che nascono dalle stesse parole delle autorità religiose.

Sappiamo bene che Gesù è vissuto in Galilea ma è nato a Betlemme proprio perché appartenente alla casa di Davide. Dovremmo quindi dire Gesù di Betlemme e non di Nazareth!

E poi Gesù conosce bene la Legge. É molto preparato e ha conoscenza della Scrittura e della Legge, dei Precetti ma anche di quello che molti Profeti hanno detto e fatto.

La questione di fondo che l’Evangelo pone alla nostra attenzione é l’incapacità di convertirsi alla profondità del disegno del Signore, dell’accoglierlo con cuore sincero, riconoscendo le nostre fragilità umane.

Il paradosso è che sono le persone che apparentemente sono lontane, staccate dalla comunità, addirittura i peccatori a cogliere l’insegnamento di Gesù.

Noi umani siamo capaci spesso di costruire perimetri, incasellare addirittura il pensiero dell’Altissimo secondo i nostri schemi. Questo è il guaio di chi crede di sentirsi a posto.

Invece l’atteggiamento del credente parte dalla dimensione di accogliere, di condividere il disegno del Signore della nostra vita e di sentirsi bisognosi di misericordia. Gesù è venuto a farci conoscere il volto di D-o misericordioso.

Articolo precedente19/03/2021 – S. Giuseppe sposo della B.V. Maria
Articolo successivo21/03/2021 – 5ª Domenica di Quaresima