“Ed egli, rispondendo a chi gli parlava, disse: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Poi, tendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello, sorella e madre».” (Luca 12,46-50).

La madre e i fratelli di Gesù cercano di parlargli. Sono sorpresi dal fatto che la sua predicazione sta avendo un’eco incredibile, al punto che pensano che Gesù sia invasato.

Gesù però é sconvolgente quando i suoi discepoli lo avvisano dell’arrivo dei suoi parenti. Prende le distanze dai legami familiari dicendo che sua madre, i suoi fratelli, le sue sorelle, sono coloro che fanno la volontà del Padre.

Che cosa vuole dire Gesù alla fallo e ai suoi discepoli? Che cosa vuol dire fare la volontà del Padre?

Gesù ci fa capire che per essere discepoli, per seguirlo, bisogna prima di tutto accogliere la  Parola e viverla, essere testimoni credibili. Fare la volontà del Padre vuol dire riconoscere che la vita di relazione, ha un oltre.

Che il Signore ci doni sempre il coraggio di essere gente umile nell’ascolto, nel fare la volontà del Padre, capaci di testimoniare il bene e la gioia di vivere.