“Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì.” (Marco 3,13-19).

Gesù chiama e i suoi discepoli diventati apostoli lo seguono. Stanno con Gesù che li prepara alla missione. Gesù vuole che stiano con lui. La missione non è mai al singolare ma sempre al plurale. Siamo in missione insieme, come comunità.

L’Evangelo ci riserva una sorpresa. Marco ci racconta che la storia della missione di  Gesù parte da una condivisione comune: quella che da soli non si evangelizza

E i nomi degli apostoli sono nomi di storie, di ricerca, di sfide! Sono storie di tristi fallimenti e di grandi entusiasmi. Sono però storie di chi sa osare, di chi ha scommesso.

Essere alla sequela significa avere la convinzione e il coraggio, ogni giorno, di trovare la via che conduce al Signore nei frammenti, nei piccoli segni, nelle piccole gioie che la vita ci riserva.

Articolo precedente21/01/2021 – S. Agnese
Articolo successivo22/01/2021 – S. Vincenzo da Saragozza