“Disse loro: «Non prendete nulla per il viaggio, né bastone, né sacca, né pane, né denaro, e non portatevi due tuniche. In qualunque casa entriate, rimanete là, e di là poi ripartite. Quanto a coloro che non vi accolgono, uscite dalla loro città e scuotete la polvere dai vostri piedi come testimonianza contro di loro».” (Luca 9,1-6).

Portare la buona notizia e guarire le malattie: questi sono gli obiettivi della missione che Gesù conferisce ai Dodici. É una missione che richiede capacità, passione, spirito di servizio.

La missione richiede anche stile e metodo. E allora Gesù suggerisce di essere essenziali e sobri per non essere condizionati dal possesso delle cose che appartengono alla quotidianità e per essere disponibili e liberi nell’incontrare le persone.

Addirittura Gesù invita a prestare attenzione a chi si opporrà alla loro missione. Nessuna conflittualità verso chi rifiuta deve nascere da questa proposta ma “scuotere la polvere” dai piedi, come segno di testimonianza.

Una domanda ci pone questo passo evangelico: come essere credenti in missione, oggi? Come essere chiesa in uscita? Come vivere la missione sinodale? La ricerca, la sperimentazione nel vivere la sinodalità é una via ed un processo per essere credenti e chiesa in missione.

Articolo precedente22/09/2021 – S. Maurizio e compagni – Beato Luigi Maria Monti
Articolo successivo23/09/2021 – S. Pio da Pietralcina