“In quel tempo, il tetràrca Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risorto dai morti», altri: «È apparso Elìa», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti». Ma Erode diceva: «Giovanni, l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo.” (Luca o,7-9).

#chièGesù #fama #curiosità

Perfino il tetrarca Erode si domanda chi è questo Gesù. Si fa un po’ di fisime nel pensare che sia Giovanni Battista o che qualcuno gli suggerisca che è apparso Elia. Ha un desiderio: vederlo perché è curioso di sapere e conoscere gli avvenimenti che riguardano Gesù.

Come credenti forse anche noi dovremmo essere curiosi di approfondire chi è per noi Gesù e scoprire il senso e il significato della sua Parola e delle Scritture.

Il nostro cammino di fede dovrebbe aiutarci a rilanciare l’essenzialità del nostro credere, la curiosità di non sentirsi mai appagati di quello che scopriamo.

Per chi non vive un’esperienza di fede questo breve passo evangelico dovrebbe stimolare la curiosità di riconoscere le parole buone che vengono dalle Scritture.

Articolo precedente22/09/2022 – S.S. Maurizio e compagni – Beato Luigi Maria Monti
Articolo successivo23/09/2022 – S. Pio da Pietralcina