“In quel tempo, Gesù convocò i Dodici e diede loro forza e potere su tutti i demòni e di guarire le malattie. E li mandò ad annunciare il regno di Dio e a guarire gli infermi.” (Matteo 9,1-6).

Gesù insegna e manda in missione i suoi discepoli. Non può esistere la fede nel Signore senza capacità di annuncio e andare in missione per guarire chi sta male. Non possiamo immaginare una comunità di credenti chiusa in se stessa. Gesù l’ha fatto capire subito ai suoi discepoli.

Per questo Gesù conferisce l’incarico della missione perfino per combattere i demoni perché lo spirito del male è quello che bisogna sconfiggere.

Il Maestro pone delle piccole regole per meglio esercitare l’annuncio. Deve essere un annuncio gioioso e non musone, dove l’accoglienza è il primo gesto di annuncio. Bisogna vivere la sobrietà e l’ascolto, vivere in semplicità con chi ti accoglie.

Ci sono anche dei rischi da affrontare, ma é meglio affrontarli con determinazione piuttosto che subirli. Occorre coraggio!

Anche  noi dobbiamo imparare a vivere questo Evangelo per essere testimoni credibili.