Lc 8, 1-3

In quel tempo. Il Signore Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio. C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demoni; Giovanna, moglie di Cuza, amministrato re di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni.

Il Vangelo di Luca è il Vangelo della strada, Gesù gira città e villaggi per incontrare l’uomo ed annunciare la Buona Notizia.
E’sempre in movimento. Non viaggia da solo, cammina insieme ai 12.

Ma Luca è attento a sottolineare anche la presenza femminile ci sono donne che sono discepole, che seguono Gesù (già questo ci fa riflettere: al tempo di Gesù era proprio strano che un maestro scegliesse e si circondasse di donne, la tradizione non lo ammetteva).

Sono citate Maria Maddalena, Susanna, Giovanna , moglie d Cuza: sono donne diverse per età, cultura, ceto sociale.
E’ bello evidenziare che queste donne sono guarite, liberate dai mali, si mettono a servire.
Il servizio è simbolo di Resurrezione.

Gesù ci guarisce da tutti i mali che ci fanno affaticare e ripiegare su noi stessi per metterci a servizio dei fratelli.
Come vivo il servizio? mi so riconoscere servo inutile (senza utile)?

Queste donne servivano con i loro beni. Voglio far parte della compagnia di Gesù? Quali beni ho da condividere?

Quale attenzione c’è nelle nostre comunità per le donne? Anche Papa Francesco richiama e auspica una maggior valorizzazione delle donne all’interno della Chiesa, sicuramente Gesù attribuiva valore alle donne e il Vangelo di Luca ne è testimone ( Maria, Elisabetta,Marta e Maria, le donne che vanno al sepolcro, la vedova che versa l’obolo).