“Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo conoscere la via?». Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me».” (Giovanni 14,1-6).

L’accento di Gesù, rivolto ai suoi discepoli, di avere fede nel Signore e in Lui non è tanto scontata. In che cosa abbiamo fede? É un sentiero che appartiene a tutta la nostra vita.

Ebbene, ci sono tre espressioni nell’Evangelo di oggi che meritano una nostra attenzione particolare e che ci aiutano in questo percorso di fede.

Gesù ci offre una premessa che é anche una chiave di lettura per capire il senso del nostro cammino. Nel casa del Padre ci sono più dimore. Che cosa significa questo? Possiamo affermare che la fede in Gesù e, per suo tramite, nel Padre è trovare casa dove possiamo stare tutti, con le nostre diversità, con l’originalità che ci appartiene. Siamo “Fratelli tutti”!

La seconda espressione di Gesù ci richiama ancora una volta ad un cammino di accompagnamento. Gesù ci vuole accanto, si fa compagno di strada: “perché dove sono io siate anche voi”. Non ci sentiamo soli.

Ed infine la terza espressione ci tocca le corde più profonde del nostro credere in Gesù: “Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”.

É una meraviglia e un mistero sapere che attraverso Gesù riconosciamo la presenza di un D-o che si fa strada, sentiero. É incredibile riconoscere in Gesù la verità sull’esistenza e l’essenza di ciò che siamo. Ed infine è attraente pensare che D-o, attraverso il Figlio, è vita, semplicemente vita.

Articolo precedente29/04/2021 – S. Caterina da Siena
Articolo successivo30/04/2021 – S. Pio V e S. Giuseppe Benedetto Cottolengo