“Disse Gesù a Tommaso: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». (Giovanni 14,6-14).

Il testo evangelico che ascoltiamo e meditiamo nella festa degli apostoli Filippo e Giacomo ci aiuta a vivere la nostra fede in una relazione a tre: il Figlio Gesù, il Padre e noi.

Tutto parte da Gesù che esplicita in modo inequivocabile la sua presenza di Figlio mettendosi al centro del cammino dei discepoli: io sono la via, verità e la vita. Filippo vorrebbe di più: “mostraci il Padre e ci basta”!

Ma Gesù si pone al centro perché vuole farci conoscere la presenza del Padre, di D-o, perché il Signore è altrettanto via, verità e vita. É meraviglioso pensare che Gesù è nel Padre e il Padre in Gesù. Questo è il segreto della nostra vita: essere nel cuore di qualcuno, delle sorelle e dei fratelli; essere nel cuore di D-o. Scopriamo che la fede e la missione di ogni credente nasce dalla piccolezza per esprimersi nell’unità.

Siamo invitati a rimanere nel Signore perché abbiamo la possibilità di compiere cose ancora più grandi nella vita. Per questo dobbiamo restare saldi nella fede perché siamo strumenti dell’amore di D-o.