“Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti.” (Matteo 7,6.12-14).

La porta che conduce alla vita è una porta angusta, è una via stretta.

Non basta non fare agli altri quello che non vorremmo fosse fatto a noi. É necessario ed è indispensabile cercare l’essenza della vita andando incontro all’altro con misericordia e amore, perché solo così possiamo trovare il senso positivo dell’incontro con il Signore.

Molto più semplice é la via ampia che conduce a perdere il significato di ciò che conta. É questa la via che conduce alla perdizione e ad allontanarci da D-o e dai fratelli.

Per comprendere il valore delle parole di Gesù in questo brano evangelico é importante ricordarci che “noi siamo fratelli”. Ritroviamo questa semplice affermazione nel dialogo tra Abram e Lot (Genesi 13.2.5-18). É che ci ricordiamo questo proprio perché riconoscersi fratelli ci aiuta a non perdere la via che conduce al Signore.

Articolo precedente21/06/2021 – S. Luigi Gonzaga
Articolo successivo22/06/2021 – S. Paolino da Nola e S.S. Giovanni Fisher e Tommaso More