«Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.
Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra». (Matteo 13,44-46).
Cercare, ricercare, sondare, cogliere, riconoscere: sono tutte azioni dei cercatori di D-o. E nell’Evangelo di oggi troviamo l’essenza del trovare qualcosa di prezioso per dare senso alla nostra esistenza.
Chi trova un tesoro non può se non tenerlo nascosto per appropriarsene e gioire di questa scoperta. Così una perla preziosa, una volta trovata, il suo valore diventa inestimabile per cui gioire ed essere fieri di averla scoperta.
Nelle cose semplici, nelle scoperte inaspettate, nella capacità di meravigliarsi, si trova e matura il regno dei cieli.
Noi siamo contadini e mercanti in questa vita. Spesso non sappiamo cogliere l’essenza delle cose e il valore centrale di quello che conta perché siamo presi dal vortice della vita.
La vita richiede impegno e sacrificio ma nella vita dobbiamo trovare spazio e tempo per ritornare in noi stessi e trovare il tesoro e la perla preziosa.
A volte viene da pensare che proprio non riusciamo in questa ricerca. E non ci sarebbe niente da stupirsi se il tesoro e la perla l’abbiamo a portata di mano e non ce ne accorgiamo.
Signore, aiutaci a scoprire il tesoro e la perla della nostra vita.

Articolo precedente01/08/2017 – Sant’Alfonso Maria de Liguori, Dottore della Chiesa
Articolo successivo03/08/2017 – 17ª Settimana del Tempo Ordinario